mercoledì 20 agosto 2014

Federica Giudice e Volo di Farfalla



Federica Giudice è una di quelle persone speciali che ti colpiscono appena le incontri, per la sua serenità e dolcezza. Molti la conoscono per la sua attività, Wool Crossing, ma è anche una bravissima stilista di talento. E Volo di Farfalla, un suo scialle, ha ispirato quest'intervista.

Quando è nata la tua passione per la maglia ?

La mia passione per la maglia è nata nella prima estate che ho trascorso nella nostra casa di campagna in Sicilia. A 15 anni lontana dai miei coetanei e dalle feste in spiaggia cercavo un passatempo e grazie all’incontro con la Signora Dora, abile ed esperta tessitrice, maglista e uncinettista ho imparato a utlizzare ferri e uncinetto. E’ stato molto bello perché giorno dopo giorno ero sempre più affascinata dai suoi lavori e dopo una settimana ho preso coraggio e le ho chiesto di insegnarmi e da quel momento in poi non mi sono più fermata. 

E per il design della maglia fatta a mano?

Devo dire che il mio primo approccio con il lavoro a maglia è stato sin da subito molto creativo. Avendo imparato da una signora esperta e ingegnosa non abituata a seguire gli schemi anche io mi sono lasciata trascinare dalla libertà di abbinamento di punti, utilizzo di ferri più o meno grandi per ottenere effetti diversi, anzi direi che i miei primi anni sono stati di knitting “sperimentale”…avviavo e vedevo dove mi portava il lavoro. Questo approccio oltre che divertirmi mi ha tanto aiutato a trovare la via migliore per procedere in senso opposto….cioè partire da un’idea e un bozzetto e trovare i punti e le tecniche più adatte per trasformare il modello che avevo in mente in un capo finito.. 

Volo di Farfalla è uno scialle meraviglioso con un design molto particolare. Ci racconti come è nata l'idea:)

Grazie mille Emma! I complimenti in genere mi fanno arrossire ma i tuoi sono ancora più importanti data la stima che ho per te come designer e come creativa (oltre che come persona unica e dolcissima, naturalmente). Volo di Farfalla è in realtà un progetto della scorsa estate. Tutto è nato da due regali che mi hanno fatto delle amiche: la Troll Bead “Nuvola di Farfalla” e una splendida matassa di Sweet Georgia. Guardavo e riguardavo le bellissime farfalle che portavo con me nel mio bracciale e la stupenda matassa dai magnifici colori e una mattina mi sono svegliata di soprassalto per disegnare lo schizzo dello scialle che la mia mente aveva evidentemente elaborato nella notte  

Ne sono nate diverse versioni, da quelle a un filato a quelle con diversi colori. 
At the hairdresser with the girls:) Dal parrucchiere con le ragazze:) Lavorando a Volo di Farfalla di Federica Giudice @wool_crossing :)

Volo di Farfalla presenta delle parti a maglia rasata e delle parti con dei ferri accorciati nei trafori e quest’alternanza di parti spensierate e sezioni traforate che impegnano un po’ di più la mente, mi hanno fatto venire voglia di mettere sui ferri un “Volo di Farfalla” dietro l’altro e ogni volta che decidevo di avviarlo mi veniva in mente una variazione in termini di filati e combinazioni. 
La prima versione è stata realizzata in versione piccola con un filato variegato (Sweet Georgia Tought Love Sock). Terminata quella ho pensato che mi sarebbe piaciuto vedere come poteva rendere un filato auto rigante e chiaramente la mia scelta è caduta sulla Noro Taiyo Sock. Dopo tutti i colori della Noro ero curiosa di vedere che effetto avrebbe avuto in tinta unita e così ho utlizzato la Malabrigo Sock del colore semi-solid Chocolate Amargo. Infine, per evidenziare lo stacco tra la sezione con i trafori e quella a maglia rasata ho pensato di utilizzare due filati (BC Garn Tussah Tweed e Holst Garn Supersoft; Sweet Georgia Superwash DK e Noro Kirara) e due colori diversi. 

Dietro a un'idea creativa c'è un mondo immenso. A che cosa ti piace ispirarti?


Le idee mi vengono in mente sempre in modo diverso. A volte, innamorata di un gomitolo, lo metto subito sui ferri e inizio a fare un campione a maglia rasata, lo guardo e lo riguardo e improvvisamente me lo vedo trasformato in un capo. Altre volte, nei momenti più impensati, l’ispirazione mi coglie e butto giù uno schizzo della mia visione con tanto di indicazioni sul tipo di punto, aumento, e stile del capo. La mia ispirazione più grande è nella natura e le sensazioni di pace e bellezza che la natura mi comunica tramite piante, foglie, fiori, alberi, frutti, etc.

1 commento:

  1. Complimenti a Federica e' stupendo. Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina